EN/IT

La comunità di ItaCa sta organizzando un corso di teoria delle categorie rivolto agli studenti italiani; questa pagina ospiterà un diario delle lezioni, che settimana per settimana appariranno sul nostro canale youtube.

Il nostro pubblico ideale è quello degli studenti che, iniziata una laurea magistrale, stanno orientandosi verso la loro specializzazione, e sia essa in algebra, geometria, logica o analisi, hanno sentito parlare di proprietà universali, limiti e colimiti, e vorrebbero saperne di più.

Con poche eccezioni, agli atenei italiani manca un corso il cui argomento principale sia la teoria delle categorie; solitamente si apprende il linguaggio funtoriale perché esso è necessario a introdurre delle costruzioni in geometria algebrica, algebra omologica, teoria degli anelli (raramente, in analisi).

Manca, invece, un corso che “riordini” le nozioni matematiche del discente unificandole sotto i pochi e fondamentali concetti della matematica strutturale.

La nostra formazione è abbastanza varia; ci siamo riuniti col desiderio di dare a questo corso la forma più interdisciplinare possibile. Il corso verrà insegnato in italiano, per avvicinare il maggior numero di studenti possibile, ma anche per stabilire un precedente, e costruire una nomenclatura per fare teoria delle categorie in italiano.

Struttura del corso

Le lezioni verranno pubblicate sul canale youtube di ItaCa a cadenza settimanale (ogni giovedì); i commenti e le domande sono benvenuti sul canale zulip di ItaCa (i commenti su youtube sono disattivati); ciascun docente sarà presente in una stanza di zulip, nei giorni successivi alla propria lezione per rispondere alle eventuali domande degli studenti o per proporre degli approfondimenti: l’interazione sarà per lo più quella di un forum, ma è possibile accordarsi con il singolo docente per una o due “ore d’ufficio” su zoom.

Programma

Questo un programma di massima del corso:

Il corso si è concluso a giugno 2022 con grande successo. Grazie a tutti, studenti e docenti, di avere partecipato!


e l’intera comunità di ItaCa